Cécile Kyenge a Matteo Salvini “Lega Razzista”. E il GIP dà ragione a lei.

Cécile Kyenge, in un’intervista, accusava il Leader della Lega di esssere “razzista“.

Salvini, dal canto suo, aveva denunciato la Kyenge per diffamazione.

Il giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Milano, ha, alla fine, archiaviato la denuncia, perchè a suo parere non si configura il reato di diffamazione, al contrario, la critica della ex ministra dell’integrazione, è da ritenersi una legittima “critica di carattere politico”.

La denuncia per diffamazione, presentata dalla Lega di Salvini, è stata considerata al pari di una critica politica.

Infatti, a detta del gip, la Kyenge, nelle vesti di europarlamentare, avrebbe il diritto, sancito dalla legge Mancino, di contestare l’atteggiamento ostile di Salvini, verso gli immigrati.

Intanto, la ex ministra di origine Congolese, torna alla carica attaccando di nuovo Salvini e il suo partito.

In un’intervista a Repubblica la ex ministra dichiara: ”forse adesso la smetteranno di lanciare il sasso e nascondere la mano, spero prenderanno seri provvedimenti contro coloro che seminano odio”.

Nell’intervista, la Keynge, accusa i partiti di destra, di non redarguire coloro che non rispettano i diritti degli immigrati.

Dal canto suo, Matteo Salvini, il 13 Gennaio, alle 16:26 su Twitter replicava: La signora Kyenge, europarlamentare PD, che secondo il giudice buonista Maria Vicidomini può impunemente definire la Lega “RAZZISTA”, è una politica capace, simpatica, generosa, utile e amica degli italiani….. E oggi è ferragosto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *